Bandito Bedin:storie di briganti gentiluomini al tempo del fascismo

“Irene, Imperatore di Bisanzio”
26 Marzo 2017
Benedetto XVI – Papa emerito Città del Vaticano, 15 aprile 2017
15 Aprile 2017

Bandito Bedin:storie di briganti gentiluomini al tempo del fascismo

Il Bandito Bedin…storie di briganti gentiluomini e di un paese nell’epoca del Fascismo.
Rubare ai ricchi per dare ai poveri…è questo quello che incantava i contadini di Casoni – e non solo loro – quando avevano a che fare con il bandito Bedin. Ma era davvero così?
Il Bandito “gentiluomo” la sapeva bene…ricompensare lautamente in tempi di povertà per ottenere ospitalità assicurata e copertura.
Dalla rapina alle Smalterie Metallurgiche Venete, alla Pirelli, ad altre realtà, il Bandito Bedin

Un momento della presentazione: si parlava di autarchia
e la sua banda guadagnavano bene e godevano dell’ospitalità della gente…a Casoni addirittura del vicario parrocchiale. Colpi grossi per quegli anni che arrivarono fino alla scrivania del Duce che del caso volle prendere provvedimenti di suo pugno.
E il bandito Bedin cadde sferrato da un paio di proiettili al volto in una casa di Casoni, dove cercava rifugio…divenne un caso eclatante pieno di aneddoti e di simpatici racconti. Con lui, poi, venne sgominata anche la sua banda. Uno di loro scampò e divenne partigiano, ma non ebbe sorte migliore e col tempo pagò con la vita la scelta nella quale aveva creduto e investito.
Leonardo Bortignon, laureato in economia e commercio, appassionato di storia locale e segretario di Delegazione  ha voluto immortalare nel libro “Il bandito Bedin” questa affascinante storia dell’epoca fascista, con un’accurata ricerca storica che va anche oltre il libro e si cala su una società che risente nel paese dell’influsso del Regime. La presentazione del libro, promossa da Rinnovamento nella Tradizione delegazione “Beato Carlo I d’Asburgo” in collaborazione con Attilio Fraccaro Editore, ha avuto luogo sabato 1 aprile presso le Sale di Palazzo Finco a Bassano del Grappa.

Il presidente di Delegazione ed il relatore
Accanto a lui, esperto ricercatore storico, il Sig. Lorenzo Rossi che ha tracciato un breve resoconto delle fazioni partigiane, contestualizzandola con il racconto presentato. Vivace la presenza e la partecipazione del pubblico, divertito nell’ascoltare le varie peripezie del bandito e della sua banda. Un particolare grazie va ancora una volta all’Associazione Culturale INIZIO per aver ospitato questo evento ed al suo presidente, il dott. Lorenzo Berto. Anche questo è un modo per riappropriarci della nostra storia conoscendo i nostri paesi quando ancora vi era una identità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *