Festa del Beato Carlo I
11 Ottobre 2019
Delegazione della “Croce Reale” in pellegrinaggio ad Enego
21 Ottobre 2019

FESTA DEL BEATO CARLO I D’ASBURGO

ENEGO, 19 OTTOBRE. INTERVENTO DEL PRESIDENTE DELLA DELEGAZIONE AL TERMINE DELLA MESSA.
Reverendissimo Arciprete,
carissimi amici e fratelli nella fede della parrocchia di Enego,
vi ringrazio di cuore per averci accolti in questo bellissimo Duomo e per aver pregato con noi e per noi il Beato Carlo I d’Asburgo, patrono della nostra Delegazione e figura devotissima al Santissimo Sacramento alla cui presenza amava quotidianamente raccogliersi. Chi voleva trovare l’Imperatore, lo trovava davanti al Tabernacolo.
Ringrazio anche gli amici del Veneto Real e la rappresentanza degli Schuetzen, con i quali condividiamo l’amore per le tradizioni e i valori di sempre.
Rinnovamento nella Tradizione è un Movimento Culturale Internazionale che ha lo scopo di recuperare l’identità, i valori, le tradizioni che costituiscono le radici della nostra Civiltà, una Civiltà basata sul cristianesimo che rischia di essere spazzata via dal globalismo che la società odierna ci propone. La memoria storica è molto importante: dai valori del passato si costruisce il futuro. Non è nostalgia, ma è desiderio di rinnovare nel presente quanto il passato ci ha lasciato in termine valoriale e tradizionale.
Questo significa rispetto delle identità, dei popoli e della persona. La vera ricchezza sta nel mettere in rete tutto questo, senza omologare.

Il Presidente della Delegazione e l’arciprete di Enego – don Federico – assieme ad una rappresentanza del 1° Rgt “Veneto Real” e degli Schuetzen vicino alla maschera funebre del Beato Imperatore

Il Beato Carlo questo lo sapeva bene ed aveva a cuore i suoi popoli a tal punto che Egli mise in gioco il suo trono – e lo perse – pur di ritrovare la pace. La storia lo considera un debole, ma ciò che l’uomo umilia, Dio esalta…e ce lo ritroviamo sugli altari. Egli condusse un’esistenza integerrima, pur vivendo in un ambiente difficile e pieno di insidie. Fu un fervente cattolico, un marito e padre esemplare ed amatissimo, un figlio fedele della Chiesa e un pugnace avversario dei molti nemici del Papa e della Chiesa stessa.
In questo periodo in cui la reliquia della maschera funebre sosta tra voi in questo Duomo, non esitate a pregare il Beato Carlo per la pace, tanto necessaria in questo difficile momento storico; ma non esitate nemmeno a presentargli le vostre necessità, i vostri problemi, le vostre preoccupazioni…sono certo che in lui ciascuno troverà un amico ed un fedele compagno di viaggio, così come sono certo del beneficio che questa comunità di Enego trarrà da questa sua speciale presenza.
Senza timore, non esitiamo di chiedergli di fare nostro il suo motto: “Tutto il mio impegno è sempre, in tutte le cose, conoscere il più chiaramente possibile – e seguire – la volontà di Dio e questo nel modo più perfetto”.
Ho la convinzione certa che in questo cammino egli non cesserà di intercedere per noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *