Giornata da regnanti per i Duchi di Castro nel napoletano

Rosario Amico Roxas: “Un parallelo tra referendum”
27 Giugno 2016
Il Duca d’Aosta ricordato a Sartirana Lomellina
29 Giugno 2016

Di Andrea Carnino

Domenica 26 e lunedì 27  giugno 2016 Carlo e Camilla di Borbone delle Due Sicilie, Duca e Duchessa di Castro, si sono recati in visita nella capitale  del Regno dei Loro antenati.

Il primo giorno, a Nola, comune della città metropolitana di Napoli, su invito del Sindaco Geremia Biancardi, i Reali accompagnati dalle figlie, la Principessa Ereditaria Maria Carolina e la Principessa Maria Chiara e dalla Principessa Beatrice, sorella del Duca,  hanno partecipato alla tradizionale Festa dei Gigli, con la quale la città rende omaggio a San Paolino. La Famiglia Reale si è affacciata dal balcone di Piazza Duomo acclamata da una immensa folla sventolante le bandiere del Regno.

La giornata è proseguita con una visita al Real Sito Borbonico del Fusaro, situato nel comune di Bacoli. Questo complesso  comprende il Parco, la Sala Ostrichina, la Casa del Pescatore (la riserva di caccia) e, la Casina Vanvitelliana, tanto amata dall’ultimo Sovrano Regnante.  Qui, il Sindaco ha consegnato Loro le chiavi della Casina Vanvitelliana e delle stampe raffiguranti dipinti del Lago Fusaro e del Real Sito Borbonico a firma di Giacinto Gigante e Jacob Philipp Hackert .

Carlo e Camilla hanno poi cenato a lume di candela con sottofondo musica classica suonata da un trio di violiniste, sulla terrazza della Sala Ostrichina, proprio come facevano i Re e le Regine delle Due Sicilie nelle sere d’estate.

Della visita hanno ampiamente parlato i giornali locali, tra i quali “Il Mattino” e Napoli Zon li ha addirittura definiti regnanti.

download-1 download-2 download-3 download

 

Copyright photos: pagina Facebook di Camilla di Borbone;

http://www.freebacoli.net/2016/06/al-fusaro-visita-carlo-camilla-borbone-gli-omaggi-della-casina-vanvitelliana-cena-sulla-terrazza-dellostrichina-video-foto.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *