Gorizia. Storia di una contea di confine.

castellogorizia

 

QUATTRO SECOLI DI GOVERNO D’UNA CONTEA: IN MOSTRA

GORIZIA. Inaugurata la mostra

Asburgo. Quattro secoli di governo di una Contea di confine. 1500-1918”.

Curata da Marino De Grassi e Marina Bressan presso il Museo di Santa Chiara, è composta da opere provenienti esclusivamente da collezioni private della città, della provincia e della regione, con la sola eccezione di alcuni documenti che appartengono all’archivio storico del Comune cittadino. Grande curiosità, dunque per un’importante periodo della storia goriziana ed europea, strettamente intrecciate dalle vicende che videro protagonista la Casa d’Asburgo. Dipinti, xilografie, incisioni all’acquaforte, disegni acquerellati, manoscritti, manifesti, bandi, libri e giornali in lingua italiana, slovena e tedesca documentano la complessità e l’originalità delle vicende che hanno segnato gli oltre quattro secoli di storia della Contea, con speciale attenzione ai fatti del capoluogo, Gorizia, che proprio sotto gli Asburgo assunse il suo ruolo di città di confine. L’impianto della mostra è cronologico e legato alla politica di tutti gli imperatori che si sono succeduti sul trono degli Asburgo dal 1500 alla fine del primo conflitto mondiale. Da Massimiliano I e Carlo V quindi a Francesco Giuseppe e Carlo, l’ultimo imperatore. La storia del territorio viene così inserita nei grandi eventi europei attraverso la Casa d’Asburgo e pure grazie al ruolo che svolsero al servizio dei sovrani alcuni insigni esponenti della nobiltà locale quali Sigmund Herberstein, Francesco della Torre, Giovanni Cobenzl, solo per citare alcuni protagonisti del Cinquecento. Ma seppur per citazioni visive tutti i fatti fondamentali che distinsero la città e la contea sono ricordati e citati.

La mostra chiude a fine gennaio 2016.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Chi Siamo

Costituito a Roma il 30 maggio 2005 per volontà di un una compagnia di persone dall’ alto profilo morale ed intellettuale, “Rinnovamento nella Tradizione – Croce Reale” è un movimento culturale identitario, di cultura, valori, tradizioni e monarchia.

Torna su