Il battesimo del Duca ereditario di Parma e Piacenza con due padrini d’eccezione

DI ANDREA CARNINO

Nei giorni dal 23 al 25 settembre 2016, Carlo e Annemarie di Borbone di Parma, Duca e Duchessa di Parma e Piacenza, hanno organizzato nel Loro Ducato, una serie di eventi in occasione del battesimo del Loro terzogenito, il piccolo Duca Ereditario Carlo Enrico Leonardo, nato lo scorso 24 aprile.

Gli eventi hanno preso il via nella Chiesa di San Sisto a Piacenza, dove il Duca (che se regnasse porterebbe il nome di Carlo V)  nel corso di una Messa, ha presentato il figlio ai piacentini. Sua Altezza Reale, ha poi conferito al Suo erede, il titolo di Principe di Piacenza,  da sempre  assegnato all’erede della Casa di Borbone Parma, continuatore della Dinastia, e futuro Duca di Parma, Piacenza e Stati annessi.

Il giorno successivo, a Parma, nella Basilica di Santa Maria della Steccata, dal 1718  sede dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio, Ordine Cavalleresco dinastico del Ducato di Parma, nonché il più antico del mondo con la data di fondazione che risale tradizionalmente al 313 d.C., si è tenuta una funzione religiosa alla presenza del Duca e della Duchessa con il piccolo Principe, di Giacomo di Borbone di Parma,  fratello del Duca ed Ambasciatore dei Paesi Bassi presso la Santa Sede, accompagnato dalla moglie Vittoria e delle Principesse Maria Teresa e Maria di Borbone di Parma.

In serata, Le Loro Altezze Reali, accompagnate dal Principe Giacomo con la moglie Vittoria, hanno partecipato ad un ricevimento a Palazzo di Riserva, edificio storico, utilizzato un tempo dai Duchi  ed oggi sede del Museo Glauco Lombardi.

Oggi 25 settembre 2016, nella Cattedrale di Santa Maria Assunta, il luogo di culto cattolico più importante della città di Parma, il futuro Duca è stato battezzato. La cattedrale era gremitissima.

La funzione, presieduta dal Vescovo della città, Monsignor Enrico Solmi, è stata allietata dal coro dell’Università degli Studi di Parma, che fra i vari brani ha eseguito, l’opera “Verleih unsFrieden” di F. Mendelssohn Bartholdy.

Il piccolo, che portava un abito risalente al 1800 e già utilizzato per le sorelle Luisa Irene e Cecilia Maria, ha ricevuto i seguenti padrini e madrine: il Re dei Paesi Bassi, il Pretendente al Trono del Portogallo, la Principessa Maria de las Nieves di Borbone Parma, Javier Lubelza Roca e Lodovico Gualthérie van Weezel.

L’evento di oggi, insieme all’accoglienza da regnanti ricevuta a Napoli da Carlo e Camilla di Borbone delle Due Sicilie ed a Agrigento dal Duca di Noto, dimostra che l’Italia, al contrario di quello che i tg politicizzati vogliono mostrarci, ha ancora rispetto ed affetto per le sue Case Reali.

 

PIACENZA 23 SETTEMBRE

 

download-1 download-2 download-3 download-4 download-5 download-6 download-7 download-8 download-9 download-10 download-11 download-12 download-13 download-14 download-15 download-16 download-17 download-18 download-19 download-20 download-21 download-22 download-23 download

 

Copyright photos: PPE AGENCY

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Chi Siamo

Costituito a Roma il 30 maggio 2005 per volontà di un una compagnia di persone dall’ alto profilo morale ed intellettuale, “Rinnovamento nella Tradizione – Croce Reale” è un movimento culturale identitario, di cultura, valori, tradizioni e monarchia.

Torna su