GRAN RICEVIMENTO DEL CORPO DIPLOMATICO ALLA CORTE DANESE
3 Gennaio 2019
CHI E’ IL LEGITTIMO PRETENDENTE AL TRONO IMPERIALE DI COREA?
4 Gennaio 2019

LA FAMIGLIA IMPERIALE DEL BRASILE NUOVAMENTE PROTAGONISTA

DI ANDREA CARNINO

Sabato 15 dicembre, al Santuario del Sacro Cuore di Gesù, nella citta brasiliana di San Paolo, si è tenuto il Concerto di Natale della Famiglia Imperiale.

L’attuale Pretendente al Trono, Sua Altezza Imperiale Luigi d’Orleans-Braganza, non avendo potuto presenziare per motivi di salute, è stato rappresentato dal fratello Bertrand, primo in linea di Successione al Trono.

Al Suo arrivo, il Principe Imperiale è stato accolto dalla banda musicale della Guardia Civile Metropolitana; la chiesa per l’occasione era gremitissima.

Durante il concerto si sono esibite l’orchestra d’archi Ensemble Jequitibá e la banda della Guardia Civile.

Il 2 gennaio, il Principe ha partecipato alla cerimonia di insediamento del nuovo Ministro degli Esteri ed è stato ricevuto dal Ministro dell’Ambiente e dal Presidente della Corte Suprema.

Speriamo che con questo nuovo Presidente, Jair Bolsonaro, la Famiglia Imperiale possa riconquistare un ruolo nel Paese; va ricordato che l’ultimo Imperatore, Pietro II, era amatissimo dalla popolazione e la figlia, la Reggente Isabella, mentre il padre era malato, sancì nel 1888 l’abolizione della schiavitù in Brasile, gesto che le valse la  Rosa d’Oro da parte di Papa Leone XIII  e che suscitò la gioia dell’Imperatore ma, l’ira dei ricchi possidenti coltivatori di caffè i quali ora dovevano far conto solo su una manodopera a pagamento. I repubblicani nel 1889 con un colpo di Stato proclamarono la repubblica ed esiliarono la Famiglia Imperiale.

CONCERTO DI NATALE

CERIMONIA DI INSEDIAMENTO DEL NUOVO MINISTRO DEGLI ESTERI

Da sinistra: il Presidente della Corte Suprema, l’ex Presidente della Repubblica Fernando Collor de Mello e il Principe Ereditario del Brasile

Il Principe con il nuovo Ministro degli Esteri

Il Principe con il Ministro dell’Ambiente

 

Copyright photos: Pro Monarquia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *