LA STORICA VISITA DEL PRESIDENTE CINESE NEL PRINCIPATO DI MONACO

DI ANDREA CARNINO

Domenica 24 marzo 2019 il piccolo Principato di Monaco ha vissuto una giornata storica: per la prima volta un Presidente della Cina è venuto in visita ufficiale.

Giunto da Roma e atterrato a Nizza verso le ore 12, il Capo di Stato, accompagnato dalla moglie Peng Liyuan, è stato ricevuto all’aeroporto dal Ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian, per poi dirigersi verso il piccolo Stato, dove è stato ricevuto ufficialmente nel Cortile d’Onore del Palazzo Principesco da Alberto II e dalla moglie Charlene.

Pur non invitato per la Sua giovane età, il Principe Ereditario Giacomo ha comunque voluto essere presente in qualche modo ed è così’ apparso da dietro le tende di una finestra della Reggia: la mamma, tradita dall’emozione non ha resistito e gli ha mandato un saluto e un bacio, facendo sorridere il marito Alberto.

Dopo la cerimonia ufficiale e il passaggio in rassegna dei Carabinieri del Principe da parte dei due Capi di Stato, le due coppie si sono trasferite all’interno del palazzo dove hanno avuto un incontro privato.

E’ seguito in incontro bilaterale tra Alberto e Xi Jinping durante il quale si è discusso di economia e ambiente. Nel 2019 il Principato sarà il primo territorio estero dove il gigante cinese Huawei testerà la tecnologia 5G.

Nel frattempo la Principessa e la moglie del Presidente hanno assistito, nella Sala delle Guardie, ad un concerto della violinista canadese di origine cinese Zhang Zhang.

E’ seguito in pranzo di Stato nella Sala del Trono al quale hanno presenziato anche le sorelle di Alberto II: le Principesse Carolina e Stefania.

Successivamente, nel Salone Blu, si è tenuto uno spettacolo di danza del gruppo folkloristico “la Palladienne” e gli allievi del Liceo Alberto I che studiano il cinese si sono esibiti in un recital in mandarino.

Il Presidente Cinese e la moglie, una volta congedati dalla Coppia Principesca monegasca, hanno cenato alla Villa greca Kérylos di Beaulieu-sur-Mer ed hanno alloggiato in serata all’Hotel Negresco di Nizza, riservandosi due piani del magnifico edificio.

Questa visita ha praticamente paralizzato la vita in Costa Azzurra: la Promenade des Anglais di Nizza è stata totalmente chiusa al traffico dalla sera di sabato fino al pomeriggio di lunedì, nessun treno ha più potuto fermarsi nelle stazioni tra Nizza e il Principato di Monaco, la circolazione ferroviaria è stata totalmente interrotta tra Nizza e Mentone dalle 18 alle 22,30 di domenica;  fino a mezzogiorno di lunedì sono stati vietati l’ingresso e l’uscita dal porto di Nizza, l’autostrada è stata chiusa in entrambe le direzioni ed a Monaco sono stati vietati gli sport nautici, la balneazione e l’utilizzo di mezzi volanti mentre alla popolazione è stato raccomandato di tenere chiuse le finestre e di non affacciarsi dai balconi. I monegaschi per uscire da casa loro dovevano mostrare la carta d’identità.

 

Copyright photos: Blog Reale; Palais Princier; Pure People

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Chi Siamo

Costituito a Roma il 30 maggio 2005 per volontà di un una compagnia di persone dall’ alto profilo morale ed intellettuale, “Rinnovamento nella Tradizione – Croce Reale” è un movimento culturale identitario, di cultura, valori, tradizioni e monarchia.

Torna su