La vocazione di Maria Cristina di Savoia

Il capo dello stato
1 Febbraio 2015
Letteratura all’istituto nazionale per le guardie d’onore alle reali tombe del Pantheon
9 Febbraio 2015

download

di Fabio Arduino

Il 31 gennaio si celebra la memoria liturgica della Beata Maria Cristina di Savoia, una giovane donna che seppe riconoscere la sua vocazione, la chiamata alla maternità: madre per il popolo del quale fu Regina, madre che diede la vita dando alla luce il suo figlio.

Maria Cristina nacque a Cagliari il 14 novembre 1812 da Vittorio Emanuele I, re di Sardegna, e Maria Teresa d’Asburgo-Este. Fin da fanciulla diede esempio di pietà, modestia e generosità. Nel 1832 sposò Ferdinando II di Borbone. Nella corte di Napoli, nel suo duplice stato di sposa e regina, fu consigliera saggia e prudente del re, vera madre dei poveri e degli ultimi. Ottenne la salvezza per molti condannati a morte e seppe farsi carico delle sofferenze del suo popolo per la cui promozione ideò ardite opere sociali. Come sposa seppe illuminare le decisioni del marito secondo la legge di Dio.

Come madre diede la testimonianza più eloquente, amando con tenerezza, per il brevissimo tempo che le fu concesso di vivere, il bambino che aveva partorito. Il 31 gennaio 1836, pochi giorni dopo aver dato alla luce Francesco, l’atteso erede al trono, concluse infatti la sua breve esistenza terrena tra l’unanime compianto della corte e del popolo. Le sue spoglie trovarono sepoltura presso la Basilica francescana di Santa Chiara.

Il 6 maggio 1937 papa Pio XI dichiarò eroiche le sue virtù. Papa Francesco, in data 2 maggio 2013, ha riconosciuto un miracolo attribuito all’intercessione della “Reginella santa”, aprendo così la strada alla sua beatificazione, avvenuta il 25 gennaio 2014 nella Basilica di Santa Chiara a Napoli.

Giungeva così a compimento il desiderio e il convincimento popolare, che volle sempre ricordare Maria Cristina come un autentico esempio di fedeltà al Vangelo, modello anche per i cristiani dei nostri giorni, soprattutto per coloro che rivestono ruoli di responsabilità e per le madri. Nel panorama della santità Maria Cristina di Savoia si distingue per la sua originalità e modernità, per aver saputo valorizzare, in tutte le sue dimensioni, la dignità della donna. Maria Cristina è uno dei semi deposti da Dio nella storia d’Europa perché contribuisse all’edificazione del suo Regno. Ben prima del 1861 questa giovane ragazza appena ventitreenne incarnò in sé quell’unità nazionale italiana che può trovare il suo profondo fondamento nelle comuni radici cristiane.

Maria Cristina è il sesto personaggio di Casa Savoia ad essere innalzato alla gloria degli Altari: prima di lei i Beati Umberto III, Bonifacio, Margherita, Amedeo IX e Ludovica.

 

O Dio, che nella scena di questo mondo

hai ornato di sollecita e sapiente carità la beata Maria Cristina,

perché contribuisse all’edificazione del tuo regno,

concedi anche a noi, sul suo esempio e con la sua intercessione,

di operare il bene attingendo alla vera ricchezza del tuo amore.

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,

e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo,

per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *