PROSEGUE LA STORICA VISITA DI CARLO E CAMILLA A CUBA

DI ANDREA CARNINO

Il secondo giorno di visita di Carlo e Camilla a Cuba è iniziato con un giro turistico nel centro storico dell’Avana, che celebra quest’anno 500 anni, guidati dallo storico Eusebio Leal. I Principi hanno visitato un negozio dove si riparano le biciclette, un laboratorio di restauro e la Plaza de San Francisco dove hanno assistito ad un recital di bimbi. Dopo essersi recati alla Chiesa di Francesco da Paola, dove si tengono normalmente eventi di musica classica e da camera, i Principi hanno inaugurato una statua dedicata a William Shakespeare.

Un turista americano ha chiesto a Camilla se è emozionata dalla prossima nascita del figlio di Henry e Meghan, che anche se non di fatto, sarà Suo nipote, la Duchessa di Cornovaglia ha risposto di sì.

L’Erede al Trono Britannico ha poi visitato una palestra di pugilato dove ha assistito ad un allenamento e incontrato i pugili e insieme alla moglie si è recato presso la sede della compagnia di danza Acosta Danza dove ha incontrato il direttore, che diventerà presto direttore artistico del Birmingham Royal Ballet e assistito a due spettacoli.

La giornata è proseguita al Muraleando Community Centre dove i Principi hanno assistito a varie performance artistiche e incontrato gli anziani che producono tessuti.

Carlo ha terminato il pomeriggio alla Fábrica de Arte Cubano dove ha incontrato i giovani imprenditori cubani.

In serata il Principe del Galles e la Duchessa di Cornovaglia sono stati ospiti del Presidente Miguel Díaz-Canel e della moglie Lis Cuesta Peraza che in Loro onore hanno organizzato una cena ufficiale al Palazzo della Rivoluzione.

 

Copyright photos: Daily Mail

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Chi Siamo

Costituito a Roma il 30 maggio 2005 per volontà di un una compagnia di persone dall’ alto profilo morale ed intellettuale, “Rinnovamento nella Tradizione – Croce Reale” è un movimento culturale identitario, di cultura, valori, tradizioni e monarchia.

Torna su