Giornate Napoleoniche 2018 ……….a Villa Sorra
17 Ottobre 2018
‘Le dames du baroque’: due dipinti da Modena a Gand
17 Ottobre 2018

Raimondo Montecuccoli

Ieri 16 ottobre nell’anno Domini 1680 moriva a Linz in Austria un grande condottiero nato nel cuore dell’Appenino modenese : Raimondo Monteccucoli
Al Servizio del Sacro Romano Impero di cui ne fu Feldmaresciallo; inoltre fu anche un grande scrittore

Ebbe i titoli di conte di Montecuccoli (o Montecuculi), conte dell’Impero, Luogotenente generale e Feldmaresciallo; signore di Hohenegg, Osterburg, Gleiss e Haindorf; presidente dell’Imperial COnsiglio Aulico Militare ; Gran Maresciallo dell’Artiglieria e Fortificazioni; Governatore della Raab e Colonnello-proprietario di un Reggimento di Cavalleria; Reale Consigliere Segreto; Camerlengo e Cavaliere dell’Ordine del Toson d’Oro.

Raimondo dei conti di Montecuccoli nacque il 21 febbraio 1609 nel castello di Montecuccolo (ora frazione di Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena ), dal feudatario del borgo, il conte Galeotto, e da Anna Bigi, di buona famiglia ferrarese, dama d’onore della duchessa presso la corte estense.

Montecuccoli partecipò a tutte le campagne militari d’Europa dal 1625 al 1675, dalla Guerra dei Trent’anni(1618-1648) in poi. Fu nella Guerra di Castro nella Tuscia, 1643 – 1644), vinta sotto il suo comando supremo dagli alleati (Modena – Parma – Firenze – Venezia). Fu comandante supremo nella vittoriosa Campagnia di Polonia (1657-1659) e nella Guerra con il Turco (1663-1644), conclusasi con la sua celebrata vittori a capo della coalizione cristiano-imperiale sul fiume Raabcel 1º agosto 1664 (Battaglia di S.Gottardo). Dal 1668 al 1680 fu Presidente del COnsiglio di Guerra di Corte. Partecipò anche alla Campagna del Reno(Guerra d’Olanda) contro la Francia (1672-1675).

Montecuccoli ha come scrittore un posto di spicco nella letteratura italiana del Seicento, tanto da essere soprannominato e ricordato come il “moderno Vegezio”. Negli scritti, per la maggior parte di argomento militare, si può ritrovare tutta la sua cultura: matmatica, architettura, botanica, e anche storia antica. E vari sono i suoi stili: la poesia, la diaristica, le preghiere, la corrispondenza.

( fonte : Wikipedia )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *