L’importanza della tradizione

Sotto Superga c’è di più: la Cripta dei Savoia
4 Maggio 2015
I Marò umiliati 58 volte
4 Maggio 2015

traditio

 

La vita non ha respiro se è immersa solo nella dimensione immediata del presente. “Riprendi ad amare il passato ed il futuro che sono i confini della tua vita e le colonne su cui poggia ogni identità. Non siamo esseri autocreati, fondati interamente su noi stessi e versati interamentenel presente…La Tradizione non è il passato ma ciò che non passa del passato. E’ consapevolezza dell’uomo di venire da lontano e che lontano andrà. L’uomo è colui che proviene e progetta; Tradizione non è ilculto dei morti e la passione per le reliquie, ma il senso della continuità, la trasmissione verticale oltre il muro del tempo, è la spina dorsale della società dei padri e dei figli, anelli di una lunga catena...Sulla Tradizione si fonda anche ciò che in apparenza sembra negarla: il progresso” (M. Veneziani). Tradizione non come ripetizione rituale ma come fedeltà creatrice che continuamente si rinnova. “Non è e non può essere veramente tradizionale se non ciò che comporta un elemento di ordine sovrumano” (R. Guenon). “La Tradizione è trasmissione dell’idea dell’Essere nella sua perfezione massima, gerarchica tra gli esseri relativi,fondata sul loro grado di distanza da quel punto o unità” (E. Zolla).

tratto da Ruggero Casiraghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *