Per il primo anniversario del 25 aprile

Delegazione delle tre Venezie: sostegno alla “Mons. Ridolfi”
25 Aprile 2016
Il regno ritrovato – percorsi nella Napoli di Carlo Borbone
25 Aprile 2016

Combattenti della Guerra di Liberazione!

A Voi, nell’Annuale della Liberazione, torna l’animo riconoscente e memore dei cittadini. Allorché tutto sembrava perduto, Voi mostraste cosa possano l’amore per la Patria e la fede nel suo avvenire. E, con il Vostro eroismo, avete arricchito l’epopea italica di nuove gesta. Rapidamente riordinati, i soldati di una guerra pur sempre eroicamente combattuta tornarono primi all’attacco; i marinai continuarono a tener alta sul mare la Bandiera mai ammainata; gli aviatori ripresero con l’antico sprezzo della morte, i combattimenti nel cielo, a tutti affiancandosi con fraterna gara di patriottismo, di dedizione e di audacia, i partigiani che ben sapevano di coinvolgere nella lotta anche le loro famiglie. Queste forze vive ed eroiche diedero alla vittoria delle potenti armi alleate un contributo ogni giorno più evidente e sicuro, ogni giorno più lealmente riconosciuto.

Quando un popolo in così aspro travaglio non cede di fronte alla immensità della sciagura ed alla avversità del destino, ma trova nelle fibre profonde della stirpe il coraggio per non disperare e la forza per lottare ancora, quel popolo può alzare la fronte davanti a tutto il mondo e affermarsi degno di un migliore avvenire.

E questo l’Italia lo deve a Voi, soldati, marinai, avieri e partigiani.
La Patria vi ringrazia. Viva l’Italia.

Roma, 25 aprile 1946.
Umberto di Savoia

reumberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *