E’ MORTO RE MICHELE. L’OMAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA

IL BATTESIMO DEL PRINCIPE GABRIEL DI SVEZIA – PRIMA USCITA PUBBLICA PER HENRY E MEGHAN
3 dicembre 2017
LA VISITA DELLO ZAR DI BULGARIA IN ARABIA SAUDITA
5 dicembre 2017

E’ MORTO RE MICHELE. L’OMAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA

DI ANDREA CARNINO

Oggi, 5 dicembre 2017 si è spento all’età di 96 anni Re Michele di Romania.
Nato il 25 ottobre 1921 al Castello di Peles, era figlio dell’allora Principe Ereditario Carlo e della moglie Elena di Grecia.
Nel 1925, quando il padre lascia la moglie e scappa con l’amante Magda Lupescu rinunciando ai Suoi diritti al trono, Michele diventa Principe Ereditario e nel 1927 alla morte del nonno Ferdinando I, sale al Trono sotto la reggenza della madre e dello zio Nicola.
Nel 1930, nel contesto della crisi economica, Carlo II viene richiamato in patria dalla classe politica rumena, insoddisfatta della reggenza, e proclamato Re dal Parlamento; Michele torna allora a rivestire il ruolo di Principe Ereditario.
Nel settembre del 1940, il regime filo-tedesco del Primo ministro Ion Antonescu depone Carlo II e con il favore del popolo, mette sul Trono il giovane Michele, il quale regnerà fino al 30 dicembre 1947, quando i comunisti impongono la dittatura del proletariato e lo costringono ad abdicare. Nel novembre dello stesso anno il Re a Londra, in occasione delle nozze dell’allora Principessa Ereditaria Elisabetta, aveva incontrato la Principessa Anna di Borbone – Parma, che sposerà al Palazzo Reale di Atene il 10 giugno dell’anno seguente.
Rimasto senza soldi per vivere, Michele ha lavorato nel settore dell’aeronautica.
Dalla Sua unione con Anna sono nate cinque figlie: Margherita (1949), Elena (1950), Irina (1953), Sofia (1957) e Maria (1964).
Con la caduta del comunismo, il Sovrano è tornato per la prima volta in Patria nel 1992 e nel 1997 la Famiglia Reale è stata riabilitata ed ha recuperato i Suoi beni. Nel 2005 rappresenta la Romania ai funerali di Giovanni Paolo II e nel 2011 ai funerali di Otto d’Asburgo.
Nel 2008 ha celebrato i 60 anni di matrimonio al Castello di Savarsin alla presenza di molte Teste Coronate Europee e nel 2011, in occasione del Suo 90esimo compleanno, il Re ha fatto un discorso in Parlamento, definito dagli esperiti come storico. Alle celebrazioni per i 90 anni di Michele hanno preso parte Sofia di Spagna, il Re e la Regina di Svezia, il Granduca di Lussemburgo, molte Teste Coronate Tedesche, l’Arciduca Paolo Giorgio d’Asburgo, S.A.R. Nicola II del Montenegro e il Duca Amedeo d’Aosta.

Nel 2015, affetto da una leucemia, decide di ritirarsi dalla vita pubblica e trasferisce le Sue mansioni alla figlia Margherita e l’anno successivo subisce il dolore della perdita dell’amata moglie.
Gli succede la figlia primogenita Margherita.
Il corpo del Sovrano verrà esposto prima al Castello di Peles e poi nella Sala del Trono del Palazzo Reale.
Michele, insieme allo Zar Simeone II di Bulgaria, era l’ultimo Capo di Stato vivente della Seconda Guerra Mondiale.
Il Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, ha inviato alla Famiglia Reale Rumena il seguente messaggio: “ ho appreso con profonda tristezza la notizia della scomparsa di Sua Maestà, Re Michele, che ho avuto la possibilità di conoscere. Mi ricordo delle emozioni dei nostri incontri e vorrei rendere omaggio al Suo ruolo nella promozione dell’adesione della Romania all’Unione Europea, attraverso il tour nelle capitali europee del 1997. Per la prima volta, nel primo semestre del 2019, il mandato di presidenza del consiglio dell’Unione Europea spetterà alla Romania; sarà un momento importante per il Paese e per il futuro della nostra unione. Il ricordo di Sua maestà Re Michele, un uomo di Stato che ha attraversato i periodi più tragici della storia europea del xx secolo, sarà presente nei nostri pensieri in quel momento importante. A mio nome personale e a nome della Commissione Europea, vorrei presentare alla Sua famiglia e a tutti i rumeni sincere condoglianze”.

Il piccolo Michele tra le Regine Maria ed Elena

Con la mamma Elena nel 1940

Le nozze al Palazzo Reale di Atene con Anna di Borbone-Parma

Il discorso in Parlamento per i Suoi 90 anni nel 2011

Nel 2011 in occasione dei Suoi 90 anni, da sinistra: il Granduca di Lussemburgo, la Regina di Spagna, la Regina di Romania, Re Michele e la Principessa Ereditaria

Con la Regina Elisabetta in occasione del Giubileo di Diamante del 2012

Il 19 novembre 2014 si affaccia per l’ultima volta dal balcone di Palazzo Elisabetta

Copyright photos: Blog du Prince Radu

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *