Rimini, 9 ottobre 2016 – Alpini in festa

Yves de Gaulle nella città della “Bollente”. Il filo della storia.
9 Ottobre 2016
Considerazioni del prof. Tommaso Romano
11 Ottobre 2016

Tutti voi sapete quanto grande sia lo spirito di Corpo che alberga in seno all’Associazione Nazionale Alpini. Il Gruppo “Cap. Aldo Iorio” di Rimini ha celebrato il secondo anniversario della sua ricostituzione nella città romagnola con una larga rappresentanza di Alpini provenienti anche da altre località.

La cerimonia ha visto la presenza delle Autorità civili e militari. I radunisti schierati in Piazza Tre Martiri, dopo i discorsi di rito e la deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti, seguito dal “silenzio”, hanno sfilato fino a raggiungere il Castel Sismondo.

Ha destato curiosità ed ammirazione la presenza di tre Ufficiali superiori della Marina Militare russa in congedo che hanno sfilato con le loro uniformi. Tutti e tre gli Ufficiali, avevano prestato servizio su sommergibili nucleari. La loro presenza alla manifestazione riminese è stata autorizzata dall’Associazione reduci e combattenti russa. In Russia esiste una sola associazione che comprende tutte le specialità delle Forze Armate.

Al corteo hanno partecipato, quale scorta al Labaro del Nastro Azzurro il nostro Vice Presidente dott. Alberto Urizio, mentre il nostro Presidente onorario Cav.Giovanni Ruzzier indossava la divisa degli Alpini, essendo stato fatto socio “aggregato” dell’ A.N.A. riminese.

E’ seguita una conferenza a ricordo della I Guerra Mondiale sul tema “Monte Piana – Monte Piano”con la lettura di alcune lettere dell’Alpino riminese M.A.V.M.(alla memoria) Renato Parisano, mentre il raduno si è concluso con il “rancio” …..servito a tavola!

Oggi, 10 ottobre, ho fatto parte della delegazione che ha accompagnato i tre Ufficiali russi in visita alla Capitaneria di Porto di Rimini dove sono stati ricevuti dal C.F.(CP) Fabio De Cecco Comandante il Compartimento Marittimo e la C.P. di Rimini.

Ai tre Ufficiali, il nostro Presidente onorario ha donato il “crest” di “Rinnovamento nella Tradizione”con targhetta ricordo che, hanno assicurato, farà bella mostra di se al Museo dei reduci di San Pietroburgo.

G.Ruzzier

 

2016_10_09-10_14_55-2416 download-1 download-2 download

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *